All posts by @admin

MOTO GUZZI V85 TT

A due anni dal suo debutto si rinnova la Moto Guzzi V85TT. L’enduro stradale di Mandello coglie l’occasione del passaggio alla normativa Euro 5 per introdurre alcune migliorie e per presentarsi con tre nuove vesti grafiche. Confermato naturalmente il motore bicilindrico a V trasversale di 90° raffreddato ad aria, con distribuzione ad aste e bilancieri a due valvole per cilindro (aspirazione sono in titanio). Guzzi, senza darne però i valori, comunica una coppia più ricca ai bassi e medi regimi grazie alle nuove camme della distribuzione ad aste e bilancieri e all’adeguamento dell’elettronica di gestione del motore. Due nuovi Riding Mode (Sport e Custom, quest’ultima personalizzabile) si affiancano ai tre già esistenti (Strada, Pioggia, Off-road) per la gestione del controllo di trazione, dell’ABS a due canali (non ancora cornering) e della risposta del comando del gas ride-by-wire. Sono di serie il cruise control e la strumentazione TFT a colori. Tramite Moto Guzzi MIA, la piattaforma multimediale proprietaria presente come optional nel catalogo di accessori dedicato, si può collegare lo smartphone alla moto estendendo le funzioni della strumentazione. Importanti, ai fini della sicurezza i nuovi i cerchi a raggi adatti ai pneumatici tubeless: insieme garantiscono un risparmio di peso di circa 1,5 kg, riducendo le masse non sospese con benefici sulla dinamica di guida. Nuove infine le tre varianti grafiche in cui è disponibile V85 TT: Nero Etna, Giallo Mojave e Rosso Uluru. La versione da viaggio V85 TT Travel ha ricevuto gli stessi aggiornamenti e si distingue nell’allestimento che comprende il parabrezza Touring, le valigie laterali della serie Urban, la coppia di faretti supplementari a LED e il set di manopole riscaldabili e regolabili, oltre alla piattaforma multimediale Moto Guzzi MIA.

Aprilia RS e TUONO 660

Aprilia Tuono 660 condivide con RS 660 il sogno di realizzare una moto dallo straordinario rapporto peso/potenza. Con soli 183 kg in ordine di marcia per 95 CV di potenza, Tuono 660 segna un vero record della categoria, offrendo una naked sportiva e accessibile che può supportare ogni pilota tanto sulla strada quanto sulle piste. Il futuro rispetta la tradizione della casa di Noale che si distingue da sempre per carattere e innovazione. Personalità sportiva e linee contemporanee che stupiscono, RS 660 porta su strada l’esperienza da leader in pista di Aprilia. Il design unico plasma una moto leggera e compatta, dai volumi agili e filanti, stabile alle alte velocità, divertente e piacevole da guidare. La gamma colori di RS 660 sfoggia un inedito Acid Gold che esalta il design e il carattere dinamico e giovane della moto.

MOTO GUZZI V7 850

Quando si parla di anni di storia, le cifre tonde possiedono un’aura tutta speciale per noi appassionati, capaci come sono di suscitare nostalgia e commozione; quando poi si comincia a ragionare in multipli di 50 – e non sono molti i marchi motociclistici a poterlo fare -, allora il racconto diventa davvero unico.  Flashback: è il 1971 quando, a 50 anni dalla fondazione della Società Anonima Moto Guzzi, nasce la V 850 GT: versione migliorata con motore 850 CC della acclamata V7 Special (750 CC), sviluppata e perfezionata dall’esperto progettista Lino Tonti come evoluzione della V7 700. Flashforward: 50 anni dopo, nel 2021, a 100 dalla nascita del marchio dell’aquila, V7 torna a gonfiare i muscoli, percorrendo lo stesso incremento di cubatura della sua antenata, diventando “otto e mezzo” (65 cavalli) e celebrando il successo della “nuova dinastia V7”. Sfidiamo ogni motociclista a non trovare una vena di romanticismo in questa piccola “coincidenza”, capace di offrirci uno sguardo memorabile sulla tradizione Moto Guzzi. Dobbiamo però essere obiettivi: le similitudini tra le due V(7), separate da mezzo secolo di storia, si fermano quasi solamente alla cilindrata! Senza rinunciare a stile e autenticità, V7 è cambiata molto nella sua filosofia e nei suoi contenuti, trovando un ruolo di prestigio in un mercato profondamente diverso da quello incontrato dalla progenitrice…

Aprilia Tuono e Rsv4 1100

 l’Aprilia Tuono V4 2021 debutta sul sito ufficiale dell’azienda. La hypernaked veneta raggiunge l’omologazione Euro-5 e… cambia senza cambiare troppo, proseguendo sulla strada già intrapresa con il modello attuale: una sempre maggior specializzazione per la versione V4 Factory, e viceversa un appeal più ampio e aperto all’uso disimpegnato con la “semplice” Tuono V4. La base, il quattro cilindri a V di 65° da 1.077 centimetri cubici resta invariato nelle prestazioni (175 CV e 121 Nm i valori di potenza e coppia massima) grazie a un nuovo impianto di scarico che mantiene inalterati sound e personalità del V4 di Noale che, vale la pena di ricordarlo, è identico per entrambe le versioni. Pur restando analoga al passato la divisione fra le due versioni Tuono V4 e Tuono V4 Factory, la separazione con il modello 2021 si fa ancora più marcata, con la V4 (che verrà resa disponibile nelle livree Tarmac Grey e Glacier White) sempre più adatta all’uso stradale per non dire quasi turistico. Con l’Euro-5 arrivano un manubrio rialzato e un cupolino più protettivo, e si amplia ulteriormente la porzione di sella dedicata al passeggero (già più confortevole rispetto alla Factory nel modello precedente) che può godere anche di pedane più basse. Sono due le versioni disponibili di RSV4 (nella sola colorazione Dark Losail e RSV4 Factory nelle due colorazioni Aprilia Black e Lava Red). Entrambe le versioni sono spinte dal rinnovato propulsore V4 di 1.099 cc, ma si distinguono per l’allestimento di serie che nella Factory comprende i cerchi in alluminio forgiato, il sistema di sospensioni semiattive Öhlins Smart EC 2.0 e le pinze freno Brembo Stylema.

 

Moto Guzzi MGX-21

Guzzim4
Guzzim4

Dark, elegante, potente.

Futuristica ed esclusiva, prodotta in un numero limitato di esemplari.

Disponibile in pronta consegna

 

v9 roamer

V9 ROAMER

V9 Roamer
V9 Roamer

Una delle caratteristiche che hanno decretato il successo delle custom di Moto Guzzi è sempre stata la polivalenza. La grande California così come la più piccola Nevada hanno accompagnato i guzzisti nelle trafficate aree cittadine e, con qualche accorgimento in più per i bagagli, anche nei viaggi lunghi e avventurosi. La nuova V9 Roamer raccoglie proprio l’eredità lasciata dalla mitica Nevada 750, rimasta in gamma, con opportuni aggiornamenti, per oltre un ventennio. Affascinante, facile, comoda e appagante nella guida, come tutte le Moto Guzzi, V9 Roamer è la custom italiana dedicata ai cittadini del mondo. Il Centro Stile del Gruppo Piaggio ne ha sviluppato il design, anche grazie agli input forniti dal PADC (Piaggio Advanced Design Center) situato a Pasadena (California), laddove nascono le tendenze motociclistiche che poi si diffondono ovunque. V9 Roamer rappresenta al meglio la capacità di abbinare uno stile classico ed essenziale a finiture di elevato livello, esaltando al contempo l’architettura unica del nuovo bicilindrico 850. Curatissimi nel dettaglio sono i nuovi cerchi ruota (da 19” l’anteriore e da 16” il posteriore) verniciati in nero opaco e trattati con una finitura diamantata, così come la nuova strumentazione digitale multifunzione dal singolo quadrante circolare. Il comfort a bordo è garantito da una posizione di guida comoda e decontratta, tuttavia attiva e idonea per sfruttare le qualità ciclistiche di V9 Roamer. La sella lunga con imbottiture, impreziosita dal logo Moto Guzzi cucito con filo grigio, ha un’altezza da terra di soli 775 mm ed è abbinata a un manubrio rialzato cromato e a una corretta collocazione delle pedane in alluminio forgiato. Tale triangolazione offre così a tutti i motociclisti comodità in marcia, facilità di gestione del veicolo da fermo e feeling nella guida dinamica. Continua anche su V9 la felice tradizione di Moto Guzzi di contenere il peso complessivo a livelli minimi. Se già V7 II e California 1400 sono tra le più leggere dei rispettivi segmenti di appartenenza, su V9 il peso in ordine di marcia di 199 kg è un vero e proprio record della classe. La massa ridotta, unita alle splendide qualità ciclistiche di V9 Roamer e alla grande coppia ai bassi regimi offerta dal nuovo bicilindrico 850, regala feeling, maneggevolezza ed emozioni di guida uniche. V9 Roamer è la vera “motoleggera” di media cilindrata, dedicata non solo a chi ama e conosce la cultura motociclistica di Moto Guzzi, ma anche a coloro che hanno sempre apprezzato il design delle motociclette custom, ma non si sono mai avvicinati a causa del peso elevato e della scarsa maneggevolezza di quasi tutte le interpreti del settore.

V9 BOBBER

V9 Bobber
V9 Bobber

 

La declinazione di V9 Bobber evoca concetti quali l’essenzialità delle forme, la purezza del design e di conseguenza un certo contenuto di originale sportività, sottolineato anche dal look total black opaco. È la custom sportiva di Moto Guzzi, che effettivamente inaugura il segmento dei bobber di serie di media cilindrata, ove attualmente V9 è l’unica rappresentante. I bobber sono nati negli Stati Uniti nel secondo dopoguerra dalla mano di appassionati piloti e si caratterizzavano per l’eliminazione di ogni particolare superfluo che non servisse per correre veloci sulle piste di terra battuta. Per gareggiare in queste condizioni i corridori erano soliti montare pneumaticioversize, che garantivano un’ampia impronta a terra. In ossequio a tale stile, V9 Bobber abbandona qualsiasi cromatura e verniciatura brillante per sposare dettagli neri opachi. Scuri come la notte sono quindi i fianchetti e il serbatoio del carburante, con l’unica concessione di alcuni richiami grafici in giallo o in rosso opaco. Sono verniciati in “dark matt” anche il gruppo di scarico, gli specchietti ed entrambi i parafanghi in metallo. Quello posteriore è stato accuratamente accorciato e ridotto nelle dimensioni, oltre a prevedere un gruppo ottico molto compatto, contribuendo fortemente alla realizzazione del look minimale di V9 Bobber. I cerchi ruota neri opachi, entrambi da 16 pollici, sono finemente decorati col logo Moto Guzzi in grigio, e calzano pneumatici dalle spalle maggiorate (anteriore 130/90; posteriore 150/80). Anche con questa spettacolare gommatura, dal design caratterizzante, la moto mantiene eccezionali doti di piacere di guida e di maneggevolezza. V9 Bobber infatti è una vera Moto Guzzi, e come tale non sacrifica nulla della guidabilità a favore dell’estetica. V9 Bobber differisce da V9 Roamer anche per la posizione di guida più raccolta e sportiva, offerta dal manubrio bassodrag bar verniciato nero e dalla sella lunga dedicata. La distanza dal suolo di quest’ultima si attesta a soli 770 mm, e se a questo si aggiunge il peso complessivo eccezionalmente ridotto a 199 kg in ordine di marcia, si può facilmente immaginare quale sia il livello di comfort, controllo e piacere di guida che V9 Bobber è in grado di offrire.

Links

Visita la nostra pagina facebook

                                     BEPPE MOTO

 

Speciali

              Personalizza la tua Moto Guzzi con i tanti accessori originali disponibili.